top
Articolo

Oggi è Natale e festeggiamo l'inizio della nostra salvezza, anzi festeggiamo l'arrivo della Salvezza stessa: la presenza del Salvatore in carne e sangue! Le parole della liturgia di questi giorni, le riflessioni dei padri della Chiesa, le profezie dei santi ci parlano di questa salvezza ormai presente, della gioia per tutta l'umanità in attesa ma in effetti vediamo solo un bambino indifeso. Di più, sappiamo benissimo che le vicende di quella storia di 2022 non si rasserenarono subito, anzi: oltre alle solite

Questa Domenica abbiamo festeggiato la solennità del Corpo e Sangue di nostro Signore, il Corpus Domini. Questo venerdì festeggiamo la solennità del Sacro Cuore di Gesù. Queste due solennità hanno un legame fortissimo e sostanziale. La prima delle due è stata istituita ufficialmente nel XIV secolo in seguito, ma non solo per questo, al famoso miracolo eucaristico di Bolsena (di cui si conservano le reliquie più evidenti nel duomo di Orvieto) per onorare la realtà miracolosa dell'Eucaristia: era necessario un

Anche se oggi, solennità della Pentecoste, finisce il lungo tempo pasquale e già da domani ricomincia il tempo ordinario dell'anno liturgico questo non solo non è la fine ma è un nuovo inizio. Con la celebrazione della Pentecoste infatti non si conclude il tempo della Pasqua ma questa giunge al suo compimento, quello da sempre sognato da Dio e il fine dell'opera di salvezza sin dall'incarnazione. "Dio si è fatto uomo perché io diventassi Dio" diceva in estasi santa Angela

Il giorno di Pasqua dura otto giornate solari, l'Ottava di Pasqua. La gioia della Pasqua come quella del Natale non può limitarsi a 24 ore! La conclusione dell'Ottava di Pasqua è chiamata in vari modi: la seconda Domenica di Pasqua, la Domenica in albis (in riferimento ai neo battezzati) e da qualche anno la Festa della Divina Misericordia. Quest'ultimo titolo è stato fortemente voluto dal papa san Giovanni Paolo II per ottemperare alle richieste che Gesù stesso avrebbe fatto tramite

L'atto di consacrazione della Russia e dell'Ucraina al Cuore Immacolato di Maria che è stato celebrato ieri da Papa Francesco in unione con tutti i vescovi del mondo, nel giorno solenne dell'Annunciazione in cui ricordiamo il prodigio dell'Incarnazione di Dio, è un atto dal valore storico straordinario e spiritualmente fondamentale. Il valore storico di quest'atto di affidamento e consacrazione (secondo le parole della preghiera usata da Papa Francesco) non è dato dal fatto di essere la prima consacrazione a Dio

C'è un famoso detto americano che ormai è usatissimo anche in Italia, che ci parla dell'insuperabile dolcezza della propria casa: casa dolce casa (home sweet home). Giocando su queste parole un famoso teologo americano ha intitolato il racconto del suo ingresso nella casa universale, la Chiesa cattolica: "Roma dolce casa" (nell'originale "Rome sweet home", si capisce ancor meglio il gioco di assonanze). Dopo circa trent'anni da questo successo mondiale, tradotto in tutte le lingue, Scott Hahn è diventato uno dei

44 anni fa, nel 1978, i vescovi di tutt'Italia, proposero una giornata da dedicare alla difesa della vita, ogni anno la prima domenica di Febbraio. La giornata per la vita era infatti una risposta pastorale alla tragica legge sulla depenalizzazione dell’aborto, che fu purtroppo approvata nel Maggio di quello stesso anno; l’intenzione dei vescovi italiani era di far pregare il popolo italiano per risvegliare le coscienze di tutti sulla questione della sacralità della vita umana, sin dal suo concepimento. Papa

Parrocchia San Paolo Foligno

Contattaci